Tag Archives: sanità emilia romagna

Sanità, Sensoli (M5S): “Vaccini non garantiti ai medici convenzionati. La Regione verifichi le procedure dell’Ausl”

Vaccinazioni off limits per i medici convenzionati. È questo il caso segnalato da Raffaella Sensoli, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, all’interno di una interrogazione che chiede alla Giunta di prendere dei provvedimenti nei confronti dell’AUSL di Bologna colpevole di non aver agevolato l’accesso dei propri medici convenzionati alle vaccinazioni raccomandate dalle tabelle regionali. “Come ha denunciato tempo fa una …

Continua a leggere

Sciopero sanità, Gibertoni (M5S): “Da Regione molta propaganda. Problemi noti da tempo, la giunta ha fatto pochissimo”

“Lo sciopero di domani è la chiara dimostrazione che la politica sanitaria attuata della giunta Bonaccini è molta propaganda e poca realizzazione pratica. Altrimenti non si spiegherebbe perché dopo anni di annunci sbandierati ai quattro venti si continui a parlare di carenza d’organico, blocco del turnover, peggioramento delle condizioni di lavoro, preoccupazione per il pensionamento dei medici specialisti non compensato …

Continua a leggere

Sanità Appennino, Piccinini (M5S): “Ospedale a rischio declassamento. Cittadini abbandonati”

“Il Piano di riassetto organizzativo approvato dal Distretto sanitario di San Lazzaro sancisce un declassamento per l’ospedale di Loiano. Non è previsto nessun miglioramento e nessuna tutela richiesti dai Comuni ma soltanto servizi che si allontanano. E un effetto sarà quello di costringere i cittadini di Loiano a percorrere più di 60 km per trovare un pronto soccorso, 90 per arrivare …

Continua a leggere

Sanità, Gibertoni (M5S): “Serve rinnovamento per la professione veterinaria pubblica”

La Giunta programmi “un deciso rinnovamento dei ruoli e delle persone che andranno a sostenere il settore della professione veterinaria pubblica”. È Giulia Gibertoni del Movimento 5 stelle a evidenziare, con un’interpellanza rivolta all’esecutivo regionale, “l’impoverimento di autorevolezza e la perdita di autonomia della professione veterinaria pubblica”. La consigliera sollecita in proposito “il mantenimento di un’area veterinaria specifica con figure specialistiche veterinarie”. La scelta …

Continua a leggere

Sanità, Gibertoni (M5S): “Regione vuole più autonomia? Allora giunta elimini ticket e superticket”

Via ticket e superticket dalle prestazioni sanitarie in Emilia-Romagna. È quanto chiede Giulia Gibertoni attraverso una interpellanza presentata alla Giunta e che prende spunto dalla richiesta di più autonomia da parte della giunta regionale per ribadire che una richiesta del genere dovrebbe interessare, in primo luogo, proprio l’ambito sanitario. “Crediamo che nell’ambito della rivendicazione di maggiore autonomia portata avanti dalla …

Continua a leggere

Novafeltria, Sensoli (M5S): “Ausl inverta la rotta. I servizi devono essere potenziati”

L'ospedale di Novafeltria

“La Regione fermi il costante depotenziamento in atto all’ospedale di Novafeltria. La politica dell’AUSL della Romagna sta andando nella direzione diametralmente opposta a quella che, grazie ad un nostro emendamento a  una risoluzione, l’Assemblea Legislativa aveva indicato per quel nosocomio, ovvero che i servizi dovessero essere potenziati e non di certo smantellati”. È questa la richiesta di Raffaella Sensoli, capogruppo …

Continua a leggere

Densitometria ossea, Sensoli (M5S): “Agenda chiusa, impossibile prenotare a Cona. La Regione intervenga”

“I tempi di attesa per poter effettuare la densitometria ossea all’ospedale di Ferrara sono inaccettabili. Un problema che tra l’altro va avanti ormai da moltissimi anni ma che l’AUSL continua puntualmente ad ignorare”. Raffaella Sensoli, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, ha presentato una interrogazione sull’ennesima segnalazione che riguarda i tempi di attesa molto lunghi per poter svolgere l’esame della …

Continua a leggere

Business intramoenia, Piccinini (M5S): “Una lista di attesa unica per interventi e ricoveri contro le discriminazioni”

Come dimostrano i dati che riguardano gli ospedali di Bologna, il rischio che il business dell’intramoenia abbia pesanti ripercussioni sul sistema sanitario “pubblico” è alto, altissimo. Da quando siamo entrati in Regione abbiamo sempre sostenuto la necessità di istituire un’unica lista di attesa per i ricoveri e gli interventi chirurgici evitando discriminazioni tra cittadini di serie A (che ricorrono all’attività …

Continua a leggere